Non cerca scuse Primoz Roglic. Il grande battuto di questa edizione del Tour de France si è presentato ai microfoni di Sporza al termine della cronometro con arrivo in salita a La Planche des Belles Filles, che ha incoronato il proprio avversario e connazionale Tadej Pogacar.

“Non avevo abbastanza forza per spingere sui pedali – spiega il corridore della Jumbo-Visma – non avrei potuto fare di più. Ovviamente non è divertente, ma non posso farci niente. Non avevo forza, mi sono mancate le gambe”.

Tour de France 2020 – 107th Edition – 20th stage Lure – La Planche des Belles Filles 36.2 km – 19/09/2020 – Primoz Roglic (SLO – Team Jumbo – Visma) – photo JDM/CV/BettiniPhoto©2020

Roglic ha mostrato una pedalata pesante, al punto tale che ha chiuso con un ritardo di 1’56” su Pogacar, che lo aveva già battuto al campionato nazionale sloveno a cronometro. Stamattina, Primoz aveva un vantaggio di 57″ sul corridore della UAE Team Emirates.

Molte persone hanno anche notato che il casco di Roglic sembrava mal posizionato: “Era la prima volta che lo indossavo – ha spiegato lo sloveno – ma non ho perso per colpa sua, erano le mie gambe che non giravano”.

L’articolo ROGLIC: “NON AVEVO GAMBE. IL CASCO? ERA LA PRIMA VOLTA CHE LO INDOSSAVO” proviene da Rivista per ciclisti, InBici Magazine, Passione sui Pedali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *